La fine è il mio inizo


(“La fine è il mio inizio”, di Tiziano e Folco Terzani. © Longanesi 2006)

Ci sono culture orientali che riservano un ruolo importante alla preparazione alla morte. Un modo di ritrovare se stessi attraverso la riflessione. Un viaggio in solitaria alla ricerca di un Io al di sopra del corpo, lontano da quei porti sicuri della ragione. Ed è un viaggio, quello di Terzani, che inesorabilmente riconduce alla periferia dell’anima. Uno sguardo introspettivo che mette a nudo quelle paure radicate nell’uomo, che lo separano dall’atto finale. Un racconto, quello di “La fine è il mio inizio”?, che ripercorre attraverso un filo conduttore l’appassionante vita di uno dei più grandi giornalisti del novecento. Ma anche la storia di un uomo, costretto a fare i conti con la malattia, vista come un dono, un’occasione per ricominciare da sé e per riunirsi agli affetti famigliari. La penna è quella del figlio Folco, che reinterpreta il racconto autobiografico del padre. Un libro, ma anche un film.
Trailer film:

http://www.youtube.com/watch?v=7qEr1VXG33U

Annunci

I commenti sono chiusi.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: