Un cuore che batte


Se dessimo un senso agli attimi senza significato ci troveremmo sospesi tra la realtà e l’immaginazione, tra la morsa del fango che ci stringe al suolo e l’etereo. Dovreste fermarvi ad ammirare quella danza che fanno le anime quando si incontrano. Una nuvola di fumo che attraversa gli alveoli e trafigge dritto il cuore, fuoriesce e incontra un altro corpo pronto a ricevere. Anche due corpi fermi si muovono. Un cuore che batte è il senso della vita, ma quante volte lo ascoltiamo? Quante volte diamo un senso a quel lavoro che non ci abbandona?

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: