Rispolverare la soffitta


Gli anziani, la loro innocente maturità. Il silenzio che insegue al contrario il verso della matassa. Ti stringono mani tremanti che assomigliano a foglie d’autunno, l’appiglio incerto di un bambino, il paradosso di una cute vissuta che sembra corteccia. Gli anziani e i loro silenzi che non sappiamo ascoltare. E ci piace pensarli pari al loro vissuto, quasi ostili a capire che la vecchiaia annulla il passato e chiude quel cerchio in cui un uomo ritorna bambino.

Scritto da Fabio Filograna

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: